_La pasta all'uovo fresca italiana di qualità

La pasta: ma è proprio vero che fa ingrassare?

In Italia si consumano in media 36 chili di pasta all'anno per abitante. Il consumo totale di cereali è nel nostro paese di oltre 60 milioni di tonnellate ogni anno, rappresentati in gran parte da farina di grano per pasta e pane. Il conto è facile a farsi (anche se a molti è ignoto): poiché il suolo patrio non produce che una quantità relativa di questo fabbisogno, l'ltalia è da anni il più grosso importatore di cereali del mondo. Importiamo più cereali noi che la Russia e l'lndia. Un primato alla rovescia, anche se i più grossi commercianti di cereali italiani sono in grado di influenzare la borsa agricola più importante del mondo, quella di Chicago.

Il forte consumo di pasta è la testimonianza di una abitudine "controcorrente". In tutto il mondo industrializzato, infatti, la tendenza prevalente è quella di abbandonare le proteine di origine vegetale per consumare quelle di origine animale e di incrementare i consumi di zuccheri raffinati rispetto ai carboidrati "complessi" (amidi). Da noi, invece, motivi storici ed economici di gusto e di tradizione

culinaria, concorrono a conservare alla pasta un ruolo di primo piano in tavola. Di questo italianissimo alimento, tuttavia, molte cose sono ignorate o non sono conosciute con sufficiente chiarezza. Vediamole.

La pasta è un alimento molto equilibrato. Un etto di buona pasta contiene il 10-12 per cento di proteine (la carne ne ha 18-20) e fornisce 350 calorie cirga (quante quelle di un quantitativo corrispondente di granoturco o di carne di maiale). La pasta è facilmente digeribile ma dev'essere cotta al punto giusto: se è troppo cotta l'amido che ne forma la principale sostanza subisce modificazioni tali che ritardano il processo digestivo. Ecco perché è importante venga scolata sempre al dente.

Quello che la pasta ingrassi è uno dei pregiudizi alimentari più diffusi. Una persona normale (che non sta facendo cioé una dieta dimagrante) non ingrassa con un piatto di pasta al giorno, ma ingrassa perché ne mangia troppa o perché la condisce esageratamente. Pochi hanno l'abitudine di pesare la pasta prima di cuocerla: una porzione di 80 grammi di pasta (cruda) è - sempre per un individuo normale - una razione più che sufficiente.

info@pastaneroni.com